Il Puzzle Tattico del Napoli contro la Lazio: Emergenza, Ballottaggi ed Ipotesi Alternative

Il Puzzle Tattico del Napoli contro la Lazio: Emergenza, Ballottaggi ed Ipotesi Alternative
Credits: Lazio News 24

Il mercato del calcio è come un balletto frenetico, con ogni squadra che cerca di trovare i giusti passi per migliorare il proprio organico.

Mister Walter Mazzarri, come un abile coreografo, ha aggiunto nuovi elementi alla sua squadra, ma il destino ha deciso di inserire una marcia in più nel suo ballottaggio contro la Lazio.

Le assenze di Kvaratskhelia, Simeone, e Cajuste per squalifica, unite agli infortuni di Meret, Natan, ed Olivera, sembrano una partitura difficile da seguire.

Inoltre, Osimhen ed Anguissa sono impegnati negli ottavi di Coppa d’Africa, lasciando Mazzarri con una squadra che sembra una sinfonia senza alcuni strumenti chiave.

Il primo violino del ballottaggio potrebbe essere l’ultimo nostro acquisto, Leander Dendoncker, ex Aston Villa che ha danzato sulla scena della Premier League. Con poche apparizioni da titolare, potrebbe essere la sorpresa in alternanza con Diego Demme, l’unico centrocampista rimasto.

Leander Dendoncker
Credits: Goal.com

Dendoncker porta in dote l’esperienza e la capacità di recuperare palloni, come un ballerino che domina il palcoscenico con la sua presenza. Il suo stile, improntato alla scelta semplice, potrebbe essere la chiave per una trasmissione-palla sicura ed efficace.

Un altro danzatore che potrebbe emergere è Cyril Ngonge, con un ruolo inedito di esterno sinistro alto. La sua assimilazione rapida del ruolo, data dalle assenze, lo rende un candidato ideale. Nel suo incedere sul campo, Ngonge potrebbe portare accelerazioni e abilità acrobatiche, dando filo da torcere alla difesa avversaria come un ballerino agile nell’area di rigore.

L’alternativa proposta dalla Gazzetta dello Sport, un 3-5-2 che diventa un 5-3-2 in fase di non possesso, aggiunge ulteriori note al balletto tattico. Dendoncker come mezzala di quantità, Gaetano come raccordo, e Ngonge nei due attaccanti potrebbero essere i protagonisti di questa coreografia tattica alternativa.

Nonostante l’emergenza, il Napoli ha a disposizione alternative valide, ampliate anche dal mercato.

Ora, come un coreografo geniale, spetta a Mazzarri creare connessioni e amalgama giusto per un Napoli finalmente coriaceo e vincente contro la Lazio. Una partita che sarà una vera e propria opera d’arte tattica, dove ogni mossa è una pennellata di colore sulla tela del calcio.

Credits: Lazio News 24
Previous post Supercoppa Italiana all’Inter, sconfitti 0-1 in 10 contro 11
Credits: Lazio News 24
Next post Lazio – Napoli: primo tempo 0 a 0… da provinciali

Articoli correlati

Lascia un commento