Lazio – Napoli finita 0 a 0: una partita bruttissima giocata dagli azzurri da vera squadra provinciale

Lazio - Napoli: finale 0 a 0... da provinciali
Credits: sport.sky.it

Primo comandamento della partita per Mister Mazzarri?
Non prenderle: il Napoli nel primo tempo comincia come mai quest’anno …

Tra i pali il Napoli piazza il confermato Gollini, difesa a tre composta da Ostigard, Rrahmani e Juan Jesus nel terzetto difensivo. Sulla fascia destra Di Lorenzo, fascia sinistra a Mario Rui.

Centrocampo con Demme e Lobotka + Zielinski immaginiamo un pelino più avanti avanzato sulla trequarti insieme a Politano. Davanti Raspadori, unica punta.

Un 3-4-1-1-1 in pratica… mooolto difensivista.

La partita nel primo tempo scorre noiosa, noi irriconoscibili, difensivisti, a protezione di uno zero a zero passato a controllare la Lazio nella nostra metà campo.

Il solo Raspadori così non serve a nulla, isolato.

L’unica nota positiva del primo tempo: clean sheet, non abbiamo incassato gol… MA CHE DELUSIONE, un primo tempo da #provinciali.

Il secondo tempo comincia così come avevamo lasciato il primo tempo… anzi no!!

Prima grande paura, con Castellanos che pronti-via imbeccato da Cataldi gonfia la rete con una mezza rovesciata, per fortuna per noi nettamente in fuorigioco.

Prima sostituzione per il Napoli al 60mo con il partente (…) Gaetano per Demme, ammonito.

Molti errori di disimpegno, tra Ostigard e Mario Rui, così come qualche passaggio lungo per una prima punta che tale non è… (Raspadori). Al 64mo, altro squillo della Lazio, con Gila di poco fuori.

Al 66mo prima buona discesa tra Mario Rui e Politano, con quest’ultimo che si vede il tiro deviato in angolo da Gila. Sul successivo calcio d’angolo, Gaetano ci ha provato con un tiro che va di poco fuori.

Una Lazio che in queste fasi della partita sembrava abbastanza in affanno in difesa. Noi ovviamente non ne abbiamo approfittato, come certamente avremmo fatto fino a pochi mesi fa…

Al 78mo finalmente due cambi, Mazzocchi per Mario Rui e Ngonge per Raspadori; noi dobbiamo vincere, e si cambia una punta per un’altra punta, anzi per un attaccante esterno… misteri del mister !!

Avete letto bene, una partita fino all’80mo giocata 10 contro 10, con i portieri spettatori insieme ai raccattapalle dello Stadio Olimpico.

All’83mo, rivediamo Lindstrom e fa il suo esordio il belga Dendoncker al posto di uno spento Zielinski. Noi però non abbiamo notato mutamenti nell’atteggiamento tattico ed, ancora peggio, non abbiamo notato la minima voglia di vincere questa partita, neanche negli ultimi muniti.

Si arriva così mestamente al 90mo, annoiati e delusi… ma speranzosi nella zona Mazzarri con 5 minuti di recupero da giocare.

Da giocare? Macché, ulteriore delusione.

D’accordo, il Napoli dell’anno scorso non c’è più, adesso è una squadra provinciale, ma… dov’è finita la zona Mazzarri?

Credits: sport.sky.it
Previous post Lazio – Napoli: primo tempo 0 a 0… da provinciali
Credits: sport.sky.it
Next post Verso Napoli – Verona … Natan Torna in Forza, Anguissa Pronto a Brillare mentre si segnala l’allenamento personalizzato per Meret e Olivera

Articoli correlati

Lascia un commento