Verso Barcellona-Napoli, gli azzurri tentano il colpaccio: 3 cambi rispetto al Torino

Verso Barcellona-Napoli, gli azzurri tentano il colpaccio: 3 cambi rispetto al Torino
Foto di OA Calcio

Questa sera i partenopei torneranno al Camp Nou dopo il 17 febbraio 2022 in Europa League.

Barcellona-Napoli si giocano un posto ai Quarti di Finale di Champions League in una gara in cui i padroni di casa sono assolutamente favoriti.

Il Napoli deve giocare da Napoli per poter avere qualche chanches.

La Champions League è la competizione più importante a livello di club ed ha un fascino tutto suo. I tifosi di tutta Europa attendono con trepidazione sfide di questo genere, sfide ad eliminazione dirette tra le squadre più forti d’Europa. I migliori giocatori si danno battaglia e metteranno in campo tutto il loro potenziale. Stasera ci sarà tanta attesa per vedere in azione Lewandoski e Osimhen, i gioielli delle rispettive squadre. Entrambi gli attaccanti sono andati in rete durante la gara di andata con il polacco che ha messo a segno la rete dell’1-0 con un gol dei suoi dall’altezza del dischetto dopo aver eluso una marcatura. Il pareggio di Osimhen è arrivato un quarto d’ora dopo su calcio di rigore.

Per entrambe le compagini sarà un match molto delicato perchè in questa stagione entrambe hanno giocato sotto le aspettative portando a casa scarsi risultati. Il Napoli è attualmente 7 in campionato. Gli azzurri hanno pareggiato contro il Torino domenica scorsa sprecando l’occasione di avvicinarsi all’Atalanta. La testa era però già alla gara di questa sera ed in campo si notava. L’1-1 firmato Kvaratskhelia e Sanabria ha lasciato l’amaro in bocca ai tifosi che sperano di riaddolcirsi con la qualficazione ai Quarti. Il Barcellona invece in campionato è terzo in classifica. Nonostante la qualificazione ormai certa in Champions League per il prossimo anno è comunque una stagione deludente. I Blaugrana sono abituati a ben altro, a lottare sempre per il titolo e a dare il meglio in Champions League. Quello di stasera sarà quindi un importante crocevia sia per il Barcellona che per il Napoli.

Come arriva il Napoli

Il Napoli questa sera dovrà tentare il colpaccio affrontando una squadra ad alto taasso tecnico che però non vive proprio il suo miglior momento. La squadra di casa avrà molti assenti in campo e ci saranno alcuni giocatori schierati fuori posizione. Sarà proprio lì che il Napoli dovrà provare a far leva per poi colpire con Kvara e Osimhen. La loro rapidità, la loro tecnica nel dribbling ed i loro tiri dovranno essere l’arma in più di questa sera. L’errore che non deve assolutamente commettere la squadra azzurra è quella di rintanarsi dentro la propria metà campo. Il Barcellona, nonostante i tanti giovani, è una squadra esperta ed abituata a certi palcoscenici, rintanarsi significa andare incontro a quello che è successo alla Lazio contro il Bayern Monaco.

Ci Napoli 13/01/2023 – campionato di calcio serie A / Napoli-Juventus / foto Carmelo Imbesi/Image Sport nella foto: Khvicha Kvaratskhelia

Per quanto riguarda la formazione partenopea, Calzona opterà per 3 cambi rispetto alla gara contro il Torino. In porta ovviamente giocherà Alex Meret, in difesa, come centrali Juan Jesus e Rrahmani che si riprenderà il posto di Ostigard, il kosovaro gli aveva ceduto il posto per un fastidio muscolare, sugli esterni Giovanni DI Lorenzo, il Capitano, e Olivera che giocherà al posto di Mario Rui schierato titolare contro il Torino (il ballottaggio però è ancora in corso). A centrocampo come al solito ci saranno Zambo Anguissa e la mente slovacca, Lobotka. A completare il terzetto l’ex Sassuolo Traorè. In attacco tutto confermato: Kvaratskhelia, Osimhen e Politano.

Probabile formazione del Napoli: Meret; Olivera, Rrahmani, Juan Jesus, Di Lorenzo; Traorè, Lobotka, Anguissa; Kvaratskhelia, Osimhen, Politano.

Barcellona-Napoli, come arrivano i padroni di casa

Barcellona-Napoli è un match molto sentito per entrambe le squadre. In comune hanno avuto il giocatore più forte di tutti i tempi, Diego Armando Maradona, trasferitosi proprio dalla Spagna al Sud Italia. Molti giocatori vorrebbero giocare questa partita ma non tutti sono a disposizione. I padroni di casa dovranno infatti fare a meno di alcuni importanti calciatori. Su tutte, la defezione più importante è sicuramente quella di Pedri. Il gioiellino sarà fuori per infortunio così come Gavi. Out anche Ferran Torres e De Jong.

Convocati invece Marcos Alonso (partirà dalla panchina) e Rafinha (dal 1 minuto). Le tante defezioni costringono però i padroni di casa a giocarsi questo Barcellona-Napoli con tante incertezze. Sembra infatti un rischio quello di schierare titolare il giovanissimo (ma promettente) Cubarsi. Il difensore classe 2007 ha collezionato solo 5 presenze in campionato e non è mai sceso in campo nella massima competizione europea. Si parla molto bene di lui ma è un grosso rischio. Altro importante cambio è a centrocampo. Viste le tante assenze, come mezzala giocherà Cancelo. L’ex Inter, terzino puro, potrebbe avere grosse difficoltà in quel ruolo, soprattutto se pressato da due giganti come Anguissa e Traorè.

Barcellona-Napoli, la probabile formazione di casa: Ter Stegen; Koundè, Araujo, Cubarsi; Martinez, Cancelo, Christensen, Gundogan; Yamal, Lewandoski, Rafinha.

Dove vedere la partita in TV

La sfida, epica, di questa sera, Barcellona-Napoli, sarà visibile in chiaro su Canale 5, ma anche su Sky Sport Uno (201), Sky Spor 4K (213), Sky Sport (252) ed Infinity+. Il match inizierà alle ore 21:00.

Foto di OA Calcio
Previous post Napoli-Torino ferma il filotto di vittorie tra chi lotta, chi trascina… e chi ha la testa altrove
Foto di OA Calcio
Next post Le scorie di Barcellona-Napoli si riversano sul big match contro l’Inter: Osimhen si ferma e la prevendita ospiti è un flop

Articoli correlati

Lascia un commento