Milan-Napoli 1 a 0 il primo tempo: buoni i primi 25 minuti, poi il buio…

Credits: Getty / Gazzetta.it

Come avevamo anticipato in questo articolo, tutte le indicazioni portavano ad un 3-5-1-1 molto difensivo e così il Napoli è stato schierato da Mister Mazzarri per reggere il Milan di Pioli.

Questa la formazione in campo nel primo tempo: Gollini tra i pali, difesa a 3 con Ostigard, Rrahmani, Juan Jesus, centrocampo a 5 con Di Lorenzo, Anguissa, Lobotka, Zielinski e Mazzocchi, attacco con Kvaratskhelia sotto punta e Simeone attaccante centrale.

Primi 10 minuti davvero importanti, con un gol sfiorato, aggressione alta e tanta attenzione a centrocampo. Una interpretazione attenta di uno schieramento appositamente studiato per fare muro alla costruzione del Milan, recuperare e subito allargare a Kvara o Di Lorenzo.

25 minuti di buon calcio e poi, la beffa.

Prima azione importante del Milan, con Theo sulla sinistra che scambia in velocità con Leao, una lettura sbagliata misto disattenzione lascia infatti una prateria da centrocampo e come sempre succede quest’anno, prendiamo 1 gol al primo tiro in porta dell’avversario.

Uno shock, con i nostri che accusano il colpo. Spariamo dal campo, nessun tiro in porta e soprattutto un calo mentale importante.

Quando scendi così in campo, quando ti salta il piano-gara, non puoi riorganizzarti subito mentalmente e tatticamente; speriamo dunque in un secondo tempo con il coltello tra i denti.

Credits: Getty / Gazzetta.it
Previous post Verso Milan-Napoli: probabili formazioni e la strategia di Mazzarri
Credits: Getty / Gazzetta.it
Next post Milan-Napoli, finale 1 a 0: buoni i primi 25 minuti, poi spariti e senza forza mentale!

Articoli correlati

Lascia un commento